Enter your keyword

Rassegna Stampa Fiscale

15 Giugno 2021

I professionisti: sul Superbonus bene le procedure facili, ma ora la proroga

Il Sole 24 Ore - Giorgio Santilli - Pag. 5

La procedura semplificata per il Superbonus, imperniata sulla Comunicazione inizio lavori asseverata (Cila) va bene così com’è. A dirlo, nel corso dell’audizione sul decreto semplificazioni alla Camera, Armando Zambrano, presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri. Non c’è un eccesso di responsabilità perché non si chiede più di fare la doppia verifica di conformità sulla regolarità dell’immobile e non c’è alcuna possibilità di sanare irregolarità dell’immobile con la procedura relativa ai lavori del Superbonus. Per Zambrano ora la priorità è prorogare al 2023 la maxi detrazione al 110%. Chiede, poi, di consentire gli interventi anche con un solo salto nella classificazione energetica nei centri storici ‘dove le Sovrintendenze fanno opposizione al cappotto termico’. E anche una sorta di ravvedimento operoso per rettificare in tempo attestazioni che presentino errori formali.

15 Giugno 2021

Industria 4.0, test convenienza sul bonus investimenti da usare

Il Sole 24 Ore - Luca Gaiani - Pag. 36

L’Agenzia delle Entrate, nella risposta a interpello 394/2021, ha chiarito che per gli investimenti Industria 4.0 il bonus si usufruisce solo dopo l’interconnessione, ma l’agevolazione resta quella in vigore al momento di effettuazione dell’investimento. L’Amministrazione finanziaria ha ricordato che, anche nella interconnessione ritardata, i requisiti 4.0 devono sussistere al momento della prima entrata in funzione del bene. Aspetti da chiarire riguardano le problematiche derivanti dalla sovrapposizione nel 2020 e nel primo semestre 2021 di distinte misure agevolative. Per i beni acquisiti nell’intero anno, prenotati nel 2019, l’incentivo spettante è quello dell’iperammortamento ai sensi della legge 145/2018. Senza la prenotazione 2019, gli investimenti del 2020 entrano nel regime dei crediti di imposta. Se il momento di effettuazione cade entro il 15 novembre 2020, si sfrutta il credito della legge 160 se, invece, la data dell’investimento ricade negli ultimi 45 giorni dell’anno, si affianca il bonus della legge 178/2020.

15 Giugno 2021

Iva, soglia unica per la tassazione a destino

Il Sole 24 Ore - Benedetto Santacroce e Simona Ficola - Pag. 36

Dovrebbe arrivare oggi in Gazzetta Ufficiale il decreto di recepimento della direttiva e-commercio che a partire dal 1°luglio modificherà le procedure nazionali e unionali per la gestione Iva delle operazioni commerciali on line. Il decreto adeguerà l’ordinamento interno alla direttiva 2017/2455/Ue, con l’introduzione di norme ad hoc e la parziale modifica di talune esistenti, sia all’interno del decreto Iva nonché del decreto relativo alle operazioni intraunionali e ancora modifiche che interessano il decreto che regolamenta le sanzioni amministrative. La disciplina che scatterà dal prossimo 1°luglio riguarda le operazioni di vendita a distanza intracomunitarie di beni, le vendite a distanza di merci importate da territori terzi o Paesi terzi, le cessioni domestiche di beni da parte di soggetti passivi non stabiliti nella Ue a soggetti consumatori privati tramite interfacce elettroniche e le forniture di servizi a consumatori privati da parte di soggetti passivi non stabiliti nella Ue.

15 Giugno 2021

Fondo perduto, in arrivo i bonifici automatici

Il Sole 24 Ore - Marco Mobili e Giovanni Parente - Pag. 37

Da domani partono i bonifici automatici del decreto legge Sostegni-bis per imprese e professionisti già destinatari dei contributi del decreto Sostegni. L’Agenzia delle Entrate e la Sogei stanno elaborando la procedura per la richiesta telematica dei contributi integrativi o alternativi, sempre previsti dal Sostegni-bis, che prenderanno in considerazione il calo di fatturato/corrispettivi del 30% ma misurato su un diverso intervallo temporale di riferimento: ammontare medio mensile dal 1°aprile 2020 al 31 marzo 2021 rispetto a quello dal 1° marzo 2019 al 31 marzo 2020. Al momento l’ipotesi più probabile è quella di consentire l’invio delle domande dal 23 giugno. Non sarà un click day. Ci saranno 60 giorni di tempo per inviare le richieste online alle Entrate. Potrà presentare domanda sia chi ha già fatto richiesta per i contributi del decreto Sostegni, sia chi non l’ha presentata. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Al via i sostegni automatici’ – pag. 27)

15 Giugno 2021

Aggi delle edicole più alti con l’incremento della resa forfettaria

Il Sole 24 Ore - Paolo Stella Monfredini - Pag. 37

Dal prossimo 1°luglio crescono gli sconti (aggi) delle edicole per effetto dell’incremento della resa forfettaria. Per il commercio di quotidiani, periodici, libri ecc. il Testo unico Iva regola un regime speciale Iva monofase. L’imposta è dovuta dall’editore sulla base del prezzo di vendita al pubblico dei prodotti editoriali. L’imposta è liquidata in base alle copie effettivamente vendute o alle copie consegnate o spedite, diminuite, a titolo di forfettizzazione della resa, del 70% per i libri e dell’80% per i giornali quotidiani e periodici, esclusi quelli pornografici e quelli ceduti unitamente a beni diversi dai supporti integrativi. La percentuale dell’80% è stata aumentata, limitatamente al 2021, al 95% dal decreto legge Sostegni-bis.

15 Giugno 2021

Case di cura, il rebus dei dati complica l’accesso al 110%

Il Sole 24 Ore - Antonio Iovine - Pag. 38

Il Dl Semplificazioni ha esteso l’applicazione del Superbonus alle unità immobiliari iscritte nelle categorie catastali B/1, B/2 e D/4. Parliamo di ‘Collegi e convitti, orfanotrofi, ospizi, seminari, conventi e caserme (cat. B/1); ‘Case di cura ed ospedali senza fine di lucro’ (cat. B/2); ‘Case di cura ed ospedali con fine di lucro’ (cat. D/4). Normalmente parliamo di unità immobiliari molto estese, per le quali le consistenze iscritte in catasto sono rapportate al metro cubo o sono assenti. Per il riconoscimento è necessario che i titolari svolgano attività di prestazione di servizi socio-sanitari e assistenziali e che i membri del Cda non percepiscano alcun compenso o indennità di carica. Per stabilire il limite di spesa ammesso alle detrazioni il legislatore ha stabilito che questo si ottenga moltiplicando il limite di spesa previsto per unità abitativa per il rapporto tra superficie complessiva dell’immobile e la superficie media di un’unità abitativa immobiliare. Il meccanismo di calcolo desta problemi applicativi perché non è chiaro quale superficie media vada utilizzata.

15 Giugno 2021

Società di comodo, non basta la richiesta di contributi

Il Sole 24 Ore - Dario Deotto - Pag. 42

La richiesta di finanziamenti pubblici, non accordati, non supera la presunta non operatività. È il principio di diritto stabilito dalla Corte di cassazione nell’ordinanza 16697/2021 con la quale i giudici di legittimità svolgono anche una serie di digressioni su quella che dovrebbe essere la condotta minima, sotto il profilo economico, per giustificare il modello societario. Per la Corte, infatti, ‘imperniare l’attività dell’imprenditore esclusivamente sull’ausilio e sul supporto di incentivi pubblici denota una carenza di pianificazione di programmazione dell’attività economica’. E ancora: ‘Una pianificazione aziendale non può, dunque, prescindere dalla previsione di un piano strategico alternativo a quello principale’. Con la conseguenza che – sempre per la Corte – lo svolgimento di un’attività economica deve ‘almeno’ portare a coprire i costi con i ricavi.

15 Giugno 2021

La posta del fisco non va in ferie

Italia Oggi - Debora Alberici - Pag. 25

Con l’ordinanza n. 16757 di ieri la Corte di cassazione ha sancito che il contribuente non può contestare l’accertamento con i documenti chiesti ad agosto nel questionario e non inviati per via della pausa estiva. Non è un motivo sufficiente per non rispondere al fisco. I giudici con l’ermellino hanno così respinto il ricorso della contribuente spiegando che le ferie non costituiscono una giustificazione che impedisce di fornire la documentazione richiesta. La risposta tardiva in sede di accertamento con adesione, non vale. Nelle motivazioni i giudici hanno distinto l’ipotesi in cui la richiesta di documenti sia avvenuta tramite questionario da quella in cui, invece, sia conseguenza di attività di accesso, ispezioni o verifica. Nel primo caso il mancato invio nei termini equivale a rifiuto. Nel secondo la mancata esibizione di quanto richiesto preclude la valutazione a favore del contribuente solo se si traduca in un sostanziale rifiuto di rendere disponibile la documentazione.

15 Giugno 2021

Assegni post datati, benefici a ruota

Italia Oggi - Debora Alberici - Pag. 26

Il professionista può dedurre i costi delle fatture ricevute solo quando l’assegno postdatato viene effettivamente pagato. Infatti, l’agevolazione segue il principio di competenza. La Corte di cassazione, con l’ordinanza 16711/2021, ha accolto il ricorso delle Entrate spiegando che l’agevolazione approfitta del principio di competenza solo se viene dimostrato che l’assegno riporta la data dell’anno nel quale la spesa viene messa a bilancio. Secondo i giudici di legittimità è valido il principio secondo il quale il momento rilevante in cui imputare una spesa sostenuta con assegno bancario, ai fini della deducibilità per i lavoratori autonomi, è quello della consegna del titolo e non quello dell’effettivo incasso. La Corte ha tuttavia contestato che gli assegni sono datati 2006, probabilmente al momento dell’incasso, pur essendo stati consegnati nel 2005 secondo dichiarazioni sostitutive di terzi.

15 Giugno 2021

Superbonus in 100 mila edifici

Italia Oggi - Giovanni Galli - Pag. 28

In un documento diffuso nei giorni scorsi l’Enea analizza l’impatto dei 15 miliardi previsti dal Pnrr sull’efficienza energetica e riqualificazione degli edifici. Il Superbonus al 110% consentirà la ristrutturazione di oltre 100 mila edifici a regime, per una superficie totale riqualificata di oltre 36 milioni di metri quadrati. Il risparmio energetico atteso dalla maxi detrazione è di circa 191 Ktep/anno (mille tonnellate equivalenti di petrolio l’anno) con una riduzione delle emissioni. Il Piano intende estendere la misura del Superbonus introdotta dal 2021 al 2023 ossia al 30 giugno 2023 per gli interventi degli Iacp, a condizione che almeno il 60% dei lavori siano stati effettuati alla fine del 2022; al 31 dicembre 2022 per gli interventi effettuati dai condomini, a condizione che almeno il 60% dei lavori sia stato effettuato entro il 30 giugno precedente.

Le rassegne e il calendario fiscale sono un prodotto Metaping - Servizi per Commercialisti, Avvocati e Ordini Professionali